Cultura & Benessere.com
Entra nel SITO
Home
Angelo MUSSO
Ornella GADONI
Giusy MUSSO
E-mail
Entra nel SITO
Terapie Psicologiche
Home
    Statuto
Terapia della coppia
BioNaturopatia
    Libri      Psicopedagogia
 

CULTURA & BENESSERE

Che cos'č la PsicoTerapia Cognitiva?

a cura del Dott. Angelo MUSSO

La psicoterapia č un processo mentale e di relazione centrato sul paziente che mira a educare o talvolta a rieducare il paziente. Poichč, nella maggioranza dei casi, il paziente si č ricolto alla terapia  cognitiva perchč soffre e non per essere educato, lo psicoterapeuta gli deve offrire un preciso itinerario tecnico mentale e comportamentale che garantisca un sollievo dalla sofferenza, dall'ansia, dalla nevrosi, dalla depressione e dalla confusione mentale.

Fasi della Psicoterapia

1. Istruire il paziente in merito alla sua condizione clinica: spesso il paziente definisce in modo arbitrario il suo stato di malessere, dichiarandosi sotto l'effetto di una maledizione diabolica, di una volontą divina, di uno sconvolgimento chimico, di una tara ereditaria ecc... Uno dei primi compiti della prassi psicoterapeutica č quello di definire chiaramente la psicopatologia in atto.

 

 

 



 

 

 

2. Impegnare il paziente in una attivitą di indagine su sč stesso, sui rapporti con i familiari, con i colleghi di lavoro, con la sua vita sentimentale e sociale, nell'intento di organizzare in modo sistemico il suo odierno orientamento di vita con i relativi modelli di relazione con gli altri.

3. Stimolare le capacitą del paziente processo necessario ogni qualvolta nell'analisi degli aspetti di vita e relazione egli venga a trovarsi di fronte al timore di vivere ed interpretare alcune realtą di vita in modo eccessivamente depressivo rispetto ad un suo gią definito modello di percezione ed interpretazione della realtą.

4. Incoraggiare il paziente all'auto osservazione e all'autocontrollo di sč stesso e dei rapporti con gli altri, in modo critico e possibilmente obiettivo.

5. Fornire al paziente le tecniche necessarie di comparazione e di ristrutturazione della sua personale prassi d'intervento nei confronti di sč e del mondo esterno insegnandogli a rilassarsi e a valutare la realtą come esterna, controllabile e sufficientemente manipolabile.

 

 

6. Vincere le paure del paziente e le ansie legate ai conflitti di identitą e ai meccanismi di proiezione nei rapporti con gli altri, stimolando il paziente ad assumere un ruolo di padronanza di se steso nei confronti del mondo esterno e dei rapporti interpersonali.

 

7. Agevolare il recupero della prospettiva questo č il principio fondamentale di intervento sulla crisi. Nella maggior parte delle terapie brevi, il recupero della prospettiva perduta č indice di un risultato positivo. Ancora una volta, la terapia cognitiva affronta concretamente questo bisogno reale, tale recupero si puņ manifestare sotto forma di cambiamento di prioritą, dell'accettazione di un limite o del riconoscimento dell'incontrollabilitą dei risultati.

A . MUSSO, B. Luban-Plozza,

Dialogo Medico-paziente,

dalla relazione alla

nuova psicosomatica,

Centro Scientifico Editore,

Torino, 2000.

 

 

Copyright © 2003 - 10                                         

[By Angelo MUSSO].        

Tutti i diritti riservati.
Ultimo aggiornamento: 28-08-12.

 

 Cultura&Benessere Associazione Scientifico-Culturale - Registrata a Torino Atti Privati il 08 novembre 1999 n. 4643 Serie 3 A
C.so Racconigi 142bis  (10141) TORINO    TEl. 330 210781